Sondaggi a carotaggio continuo

Questo tipo di indagine ha lo scopo di ottenere una stratigrafia di dettaglio del sito, di eseguire una taratura di eventuali prove geofisiche e di ricavare dati utili alla modellazione geotecnica delle litologie.

Di norma, seconda della problematica da affrontare, durante l’esecuzione dell’indagine si eseguono delle prove SPT in foro (Standard Penetration Test).

le carote estratte sono poste in cassette catalogatrici per l’esame qualitativo, per la definizione della stratigrafia di dettaglio e per l’esecuzione di prove geotecniche speditive

eseguite tramite Pocket Penetrometer (per det. Resistenza alla compressione monoassiale) e Scissometro (per det. Preliminare della coesione non drenata).

ALPOGEO opera in collaborazione con ditte esecutrici dotate di certificazione di qualità

SONDAGGI

SPT in foro

La prova penetrometrica standard o prova penetrometrica dinamica (SPT dall’inglese Standard Penetration Test) è un tipo di indagine geotecnica per ricavare e studiare le caratteristiche di un terreno. Questa prova consiste nel far penetrare nel terreno un campionatore standardizzato (campionatore a pareti grosse Raymond) sotto i colpi di un maglio con peso di 63,5 kg e da un’altezza di 76 cm[1]. Il maglio, battendo a caduta libera sulle aste standard che prolungano il campionatore, infigge l’attrezzo nel terreno. Le misure vengono effettuate per tre avanzamenti consecutivi di 15 cm ciascuno, contando il numero di colpi necessari (Nspt) per ogni avanzamento. La resistenza alla penetrazione del terreno è caratterizzata dalla somma del numero di colpi per il secondo e terzo avanzamento, cioè N=N2+N3. La prova viene eseguita al fondo di un foro di sondaggio (possibilmente alterando il meno possibile il terreno), scavato in precedenza alla profondità desiderata.
La prova va a rifiuto se il numero di colpi del primo avanzamento (N1) è maggiore di 50 prima dei 15 cm o se N2+N3 è maggiore di 100 colpi prima dei 30 cm di avanzamento.
Il valore di Nspt va corretto nei seguenti casi:

  • per presenza della falda: Nspt corretto=15+0.5(Nspt-15);
  • per efficienza. Indicando con N60 il numero di colpi necessari per un avanzamento di 30 cm nel terreno si ipotizza che l’energia trasferita alle aste sia il 60 % di quella teorica; N60=Nspt(%eff/60%);
  • per profondità (pressione litostatica): N’60=cnN60, in cui cn=(patm/σ’v0)½.